Tappa 15

Andalo - Galleria di Terres

Distanza 23,5 km
Dislivello in salita 549 m
Tempo di percorrenza 5,15 ore
Difficoltà

Percorso

Si attraversa il paese di Andalo in direzione del centro sportivo. Poco dopo il Laghetto di Andalo a destra si stacca il sentiero che porta al centro sportivo e prosegue su sentiero verso destra per Maso dal Doss. Da qui si prosegue in discesa sullo stesso sentiero verso la S.S. 421 dei Laghi di Molveno e Tenno per poi costeggiare nuovamente gli abitati delle frazioni di Cavedago tenendosi a sinistra della statale in direzione di Maso dal Sass. Superata la frazione di Maso dal Sass e la caratteristica chiesetta di S. Tommaso si prosegue su strada interpoderale asfaltata prima e sterrata poi in un ambiente misto di prati e boschi molto panoramico verso la Val di Non. La discesa termina in località Crozefis dove un ponticello attraversa il Torrente Sporeggio. Una breve salita su strada sterrata porta alla località Plan del Benon dove un bel sentiero per lo più pianeggiante costeggia tutto il versante fino alla località Bus de la Spia incrociando poi la strada che da Sporminore sale a Malga Prà di Giovo. Si segue la strada cementata in salita fino poco dopo il primo tornante dove si interseca il sentiero Tracciolo Romano in linea d’aria sopra l’abitato di Sporminore. Imboccato il tracciolo si incontrerà dopo un centinaio di metri un breve tratto attrezzato con cordino per poi proseguire pianeggiante fino alla sorgente Busoni sfruttando la traccia del vecchio canale irriguo che dalla Val di Tovel portava lì’acqua a tutto il versante orografico destro della bassa Val di Non. Si passa per la Sorgente Busoni dove una passerella in legno supera la presa dell’acquedotto e poco oltre c’è un’area di sosta attrezzata con panchine e tavolini in linea d’aria sopra il campo sportivo del paese di Lover. Si prosegue sempre su percorso pianeggiante al margine tra bosco e frutteti passando sopra l’abitato di Campodenno dove, in prossimità del Dosso di San Pancrazio, il sentiero scavato nella roccia si apre ad una panoramica unica sulla bassa Val di Non. Oltrepassata la zona al margine tra boschi e campagne sopra l’abitato di Termon si interseca la strada asfaltata che da Cunevo porta a Malga Arza e la si percorre per qualche metro per proseguire poi pianeggianti sempre sul sentiero ricavato dal canale irriguo stando in un ambiente boschivo e passando sopra gli abitati di Cunevo, Flavon e Terres fino all'omonima galeria.

 

Aggiungi ai tuoi Preferiti Invia questa pagina ad un amico PDF Stampa questa pagina

© PNAB 2008 pi 95006040224